La metodologia

Il metodo (nel suo significato etimologico "met" "odon": attraverso la strada) si fonda sulle teorie e sulle forme di apprendimento, infatti esso può essere considerato una scelta con cui operare per raggiungere gli obiettivi. Alcune di esse concepiscono l' apprendimento come un processo meccanico senza l'intervento da parte della coscienza. Ma, attraverso le ricerche scientifiche sulla fisiologia del cervello, le più recenti correnti pedagogiche ritengono che la teoria più accreditata sia quella dell'apprendimento secondario o intelligente.

Essa presuppone la cosiddetta "messa in situazione" e si suddivide in tre fasi :

  • La prima fase, esplorativa o dell'esperienza, serve a comprendere la situazione; in essa il giocatore verifica praticamente il problema per costituire le associazioni tra le informazioni e le esperienze precedenti.
  • Nella seconda fase, dissociativo - percettiva o della razionalizzazione dell' esperienza, il ragazzo ha chiara la coscienza dello scopo da raggiungere e programma in modo preciso le azioni muscolari da compiere.
  • L' ultima fase è quella di stabilizzazione o globalizzazione dell' esperienza; in essa si collocano le ripetizioni della situazione al fine di automatizzare tutte le azioni.


Il bambino che gioca è l'aspetto globale. Il gioco è lo strumento.

PRIMI CALCI - PULCINI : METODOLOGIE

Le indicazioni metodologiche saranno a carattere globale, lasciando ampia autonomia e scelta ai suoi adattamenti in un contesto ricreativo e fantasioso (Allenamento Integrato ), in forma prevalentemente ludica. Attraverso una procedura esplorativa-imitativa e per prove ed errori, l'educatore-istruttore solleciterà in seguito il bambino alla formulazione individuale delle vie di soluzione del problema e successivamente ne indicherà la soluzione. Dunque la presa di coscienza, la consapevolezza saranno ricercate tramite metodi basati sulla partecipazione,l'azione, la creazione dell'allievo: LIBERA ESPLORAZIONE - SCOPERTA GUIDATA-PROBLEM SOLVING.

Nessun metodo e nessun esercizio, pur ben studiato e predisposto, potrà offrire benefici e risultati se non vi è il coinvolgimento, a livello di interesse e partecipazione, da parte di chi pratica l'attività motoria e sportiva.
Si propone l'utilizzazione di più metodi d'insegnamento poiché ciascuno presenta vantaggi e svantaggi, limiti e potenzialità.

Siamo comunque propensi a dare, nelle fasce più piccole d'età, una prevalenza a metodologie di tipo induttivo, intervenendo con i più grandi in modo più analitico e prescrittivo.
Attività globali come i giochi, le partite o, eventualmente, gli esercizi di situazione, danno ampie possibilità di essere svolte con procedure induttive.
Le esercitazioni su gesti o parti di essi sviluppate in modo analitico sono più facilmente proponibili con modalità prescrittivi-direttive.

METODOLOGIA ESORDIENTI

L'insegnante, anche in relazione alla maturità intellettiva, biologica, sociale e motoria del gruppo, utilizzerà delle proposte di gioco che seguiranno criteri psico – pedagogici, metodologici e tecnico – didattici adeguati alle richieste ludico – motorie dell'allievo.

In base ai presupposti sopra citati utilizzeremo un metodo misto realizzato attraverso:

Metodo Deduttivo (assegnazione dei compiti): consiste nell'assegnare ai bambini, sia singolarmente che in piccoli gruppi, dei "compiti motori" che vengono eseguiti autonomamente una volta stabilite le modalità d'esecuzione.
Questo metodo implica in termini deduttivi, le seguenti fasi:

  • Una spiegazione di ciò che dovrà essere realizzato per ciascun compito motorio;
  • Una dimostrazione dell'attività da svolgere, compito per compito;
  • L'esecuzione da parte degli alunni in forma autonoma dei compiti assegnati.


La sua applicazione è riferibile esclusivamente all'organizzazione dell'attività (ad esempio percorsi e circuiti a stazioni) ma l'esecuzione avviene attraverso metodi di tipo induttivo sia che venga effettuata per piccoli gruppi che operano simultaneamente passando da una stazione all'altra (circuiti), sia individualmente in sequenza o a staffetta (percorsi).

Metodo Induttivo (problem solving, scoperta guidata, libera esplorazione). E' un metodo che assicura un certo stimolo sul collettivo favorendo l'interazione sociale, lo sviluppo della creatività e della fantasia; stimoli motivanti sul piano emotivo – cognitivo.
Questo metodo risulta essere il più adatto al gioco del calcio e infatti, attraverso una buona pratica di questa attività, l'allievo sarà coinvolto sul piano della creatività personale e della partecipazione attiva; egli avrà maggiori opportunità espressive e quindi una maggiore potenzialità all'adattamento.

Resp. Attività di base

Calendario Eventi

Mailing List